NEWS E approfondimenti

La scuola estiva

Linkiesta: le proposte di Ricostruire per riaprire le scuole

Il Professore Giuseppe Bertagna

Linkiesta continua a raccontare le proposte di Ricostruire. Il giornale dedica un lungo articolo al webinar con il professor Giuseppe Bertagna. Le famiglie torneranno a lavorare solo quando riapriranno le scuole. E le scuole a settembre non riapriranno così come le conosciamo, anche ipotizzando di aver vinto la pandemia.

La didattica deve ripartire su basi nuove. Durante il primo webinar di Ricostruire, Bertagna chiede un “vero piano nazionale” per la riapertura. Occorre “trovare occasioni per andare all’aria aperta, garantendo il distanziamento sociale”. Per “iniziare a fare le mille cose che ad oggi non si fanno a scuola”. Questo compito non può essere “delegato soltanto alle famiglie, né soltanto all’istruzione. Il ministero, i comuni, le province e le regioni hanno tutte una responsabilità in questo senso”.

Bisogna andare in aiuto delle famiglie fin da subito. Proseguire l’attività scolastica anche d’estate. Una “scholé” estiva. Con laboratori per l’Approfondimento, il Recupero e lo Sviluppo degli Apprendimenti (LARSA). Corsi sportivi, tornei, laboratori ed immersioni nella natura fra esplorazioni botaniche e campeggio. Si può fare razionalizzando i costi. Facendo rete per “coordinare, integrare, unificare le catene di comando”.

Intervento del professor Giuseppe Bertagna durante il webinar di Ricostruire

Stimoli educativi e relazionali nuovi. Modelli che “non coincidono con il tradizionale orario delle lezioni nei 200 giorni di scuola”. Una riforma complessiva del nostro sistema scolastico. Gli studenti vanno “accompagnati e orientati in maniera personalizzata nel percorso formativo in presenza e soprattutto a distanza”.

Il ministero di Lucia Azzolina secondo il professore è ancora molto indietro e troppo timido nell’affrontare questi cambiamenti epocali. La didattica a distanza non può essere una mera replicazione attraverso lo schermo di ciò che avviene in classe. Anche l’idea di instaurare doppi turni a scuola è un vicolo cieco: la scuola va portata fuori dall’edificio scolastico e dentro al mondo. (Tratto da Linkiesta, 23 aprile 2020)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Cerca nel sito
Categorie
YOUTUBE
Articoli recenti
TAGS

Invia la tua proposta

RICOSTRUIRE

Il piano strategico di professionisti, imprenditori e accademici per superare l’emergenza e rilanciare l’economia italiana.

Articoli recenti