NEWS E approfondimenti

Ieri e oggi

Crisi economica: è ancora attuale il prestito Einaudi?

Luigi Einaudi in treno

L’Italia si prepara ad affrontare una crisi economica senza precedenti. E’ ancora attuale il prestito Einaudi? Sebbene le sfide di ieri siano diverse dalla situazione odierna, lo spirito unitario di rilancio della economia e una forte coesione sociale devono guidarci nella ricostruzione.

Volantino Banca d’Italia, datato 31 Ottobre 1946

Cosa è stato il prestito Einaudi?

Fu un piano di ricostruzione basato sull’emissione di titoli trentennali a rendimento del 3,5%. L’idea einaudiana era quella di rilanciare l’economia riducendo l’inflazione, convogliando i risparmi dei cittadini in investimenti redditizi per tutta la comunità.

Locandina Pubblicitaria, datata 1946

Un articolo frutto delle vostre segnalazioni.

Giovanni Cipriani, fondatore Centro per la promozione del Libro, ci ha scritto per ricordare il prestito Einaudi. Inviandoci le foto che fanno da corredo a questo pezzo. La speranza, sottolinea Cipriani, è quella di guardare ai grandi esempi del nostro passato per costruire il futuro.

Campagna pubblicitaria del Prestito, datate 1946-47

L’Italia 75 anni dopo il prestito Einaudi.

L’Italia del Secondo dopoguerra affrontò sfide radicali. Prima fra tutte quella dell’inflazione. Oggi l’inflazione appare un elemento più stabile e viene gestita in un più ampio quadro europeo. La lezione che rimane valida è l’attivazione di investimenti pubblici di qualità. La storia ci insegna che scelte del genere possono avvenire solo con uno spirito non divisivo. Non sono frutto di slogan e di politiche elettoralistiche. Insomma la serietà delle istituzioni gioca un ruolo fondamentale.

Ritagli pubblicitari, datati 1945-47

Einaudi: un esempio da imitare.

Il patrimonio politico, culturale ed economico einaudiano è uno stimolo importante per Ricostruire. Riteniamo che la serietà, la competenza e l’amore per il futuro siano valori sui quali costruire un’Italia migliore. La lezione più grande, che abbiamo fatto nostra, rimane il costante presidio delle libertà economiche, fonte inesauribile di prosperità.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Leonardo Accardi

Leonardo Accardi

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Categorie
YOUTUBE
Articoli recenti
TAGS

Invia la tua proposta

RICOSTRUIRE

Il piano strategico di professionisti, imprenditori e accademici per superare l’emergenza e rilanciare l’economia italiana.