NEWS E approfondimenti

il piano scuola di Ricostruire

Il Piano Scuola di Ricostruire raccontato da Avvenire

Ragazza che studia da un pc e da un libro

Avvenire racconta il piano scuola di Ricostruire. Paolo Ferrario sulle pagine del quotidiano spiega il modello promosso da Stefano Parisi in collaborazione con il professor Giuseppe Bertagna ed Emmanuele Massagli, presidente dell’associazione Adapt.

Il piano prevede la riapertura in sicurezza da giugno. Classi divise in piccoli gruppi di massimo 8 alunni che alterneranno lezioni in aula, da casa, attività in luoghi di cultura e all’aperto. A scuola i turni saranno dalle ore 8 alle 17 con possibilità di estendere le attività anche al sabato mattina. Tra una lezione e l’altra, mezz’ora di pausa per sanificare gli ambienti.

Se vi fosse la necessità di rafforzare il numero di docenti, si potrà ricorrere agli studenti universitari iscritti a corsi di laurea che abilitano all’insegnamento. Questo nuovo modello di didattica è stato illustrato dai promotori del piano in occasione del primo webinar di Ricostruire. Dal titolo “Come riaprire le scuole subito”.

La proposta di Ricostruire di riaprire in sicurezza le aule dal mese prossimo, e per tutto il periodo estivo, si scontra con le indicazioni che arrivano dal ministero dell’Istruzione. Il ministro Azzolina ha già comunicato che le scuole riapriranno a partire da settembre, fatta eccezione per l’orale degli esami di maturità.

Significherebbe però sette mesi di inattività per i ragazzi. Un anno perso, cosa che rischia di incidere negativamente nel loro percorso di crescita. Un altro dei motivi per cui è fondamentale riaprire subito è legato alla ripartenza delle attività economiche. Con i genitori che dovranno tornare al lavoro chi si prenderà cura dei bambini e ragazzi?

“Le scuole in quasi tutto il mondo non chiudono d’estate, non chiudiamole neanche noi”, ha detto Stefano Parisi intervenendo alla trasmissione Frontiere in onda su Rai Uno. “I ragazzi devono essere socialmente legati e devono continuare a essere seguiti dal punto di vista educativo. Dobbiamo ragionare sulla scuola del futuro in discontinuità con i modelli del passato”. Proposte per ripartire, convivendo con il virus in attesa del vaccino. Per ragionare su come avere un Paese più moderno quando la pandemia sarà finita.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Categorie
YOUTUBE
Articoli recenti
TAGS

Invia la tua proposta

RICOSTRUIRE

Il piano strategico di professionisti, imprenditori e accademici per superare l’emergenza e rilanciare l’economia italiana.