NEWS E approfondimenti

Un intervento sulla contabilità

Ammortamenti congelati nel 2020, Governo apre a Bedin

uomo

Ammortamenti congelati nel 2020. La proposta lanciata dal manager Nicola Bedin alla fine di aprile potrebbe rientrare nel decreto per l’economia del Governo. Una boccata di ossigeno da decine di miliardi di euro per migliaia di aziende. Le imprese limiterebbero le perdite nel 2020, salvando i bilanci. Insieme a centinaia di migliaia di posti di lavoro. Tecnicamente, il patrimio netto di tante imprese non sconfinerebbe in terreno negativo, evitando che le banche possano bloccare i finanziamenti.

Un intervento legislativo di natura contabile che non costerebbe un euro allo Stato italiano. “Se non venisse introdotto un provvedimento per ridurre ulteriormente i costi dei conti economici delle società, molte di queste sarebbero costrette a richiedere ai propri soci di versare denaro per ricostituirne il capitale”, scrive Bedin.

Se i soci “non mettessero mano al portafoglio, si vedrebbero sfilare le aziende da chi ha i soldi per sostituirsi a loro”. Cioè da chi può “iniettare risorse fresche, facendo peraltro la parte del salvatore più che del compratore”. Questi “cavalieri bianchi” secondo il manager potrebbero “spesso essere stranieri”. “Ulteriore scenario, nel caso non si verificassero questi primi due, è la messa in liquidazione o il fallimento”. Due circostanze che sarebbero “un vero e proprio impoverimento del sistema”.

Un 2020 senza ammortamenti, quindi, salverebbe tante aziende che sono state costrette alla inattività durante il lockdown. E’ una proposta di buonsenso quella del presidente di Lifenet Healthcare, ma non una totale novità. Si è già seguita una strada simile con i super ammortamenti per Industria 4.0, destinati a ristrutturazione aziendale e sviluppo tecnologico.

“Poche volte ci si trova davanti a decisioni che possono aiutare le imprese senza costare nemmeno un centesimo allo Stato”, ha scritto Bedin su Il Sole 24 Ore. “Questa sarebbe una di quelle”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Categorie
YOUTUBE
Articoli recenti
TAGS

Invia la tua proposta

RICOSTRUIRE

Il piano strategico di professionisti, imprenditori e accademici per superare l’emergenza e rilanciare l’economia italiana.