NEWS E approfondimenti

Cosa non ha funzionato

Ripensare la Sanità, Del Favero in Senato dalla Commissione

medico

Ripensare la sanità italiana. La “coda” delle infezioni dopo il picco epidemico impone una riorganizzazione del nostro SSN. Lo dice in audizione al Senato il professor Angelo Del Favero. Il Covid-19 in Italia e in altri Paesi europei ha mostrato le “crepe significative” e “una generale inadeguatezza” dei sistemi sanitari.

Del Favero, già direttore dell’Istituto Superiore di Sanità, fa un ritratto in chiaroscuro. Ricorda i tagli lineari degli ultimi anni che hanno ridotto il personale. Il blocco degli investimenti in edilizia sanitaria e nella impiantistica. La moltiplicazione dei costi. La sfasamento tra università e richiesta di figure specialistiche.

Il professore punta il dito sulla mancanza di adeguati investimenti per la rete dei Medici di Medicina generale. Invece servono risorse per chi si prende cura della popolazione più anziana. Territorio e prevenzione sono le parole chiave del suo intervento in Senato. La crisi ha dimostrato che trattare i pazienti a domicilio ha ridotto “drasticamente” il tasso di letalità. In Germania come in Veneto ed Emilia Romagna.

Non c’è da polemizzare sulla questione di tamponi e test sierologici. “Perché le ferite sono ancora aperte”. Ma la mancanza di un numero adeguato di tamponi non può essere sottovalutata.

Il professore promuove gli “Ospedali Covid”. La sperimentazione delle infermiere di comunità. Le Unità Speciali di Continuità Assistenziali nel sostegno a pazienti e rete sanitaria. Tuttavia le RSA dimostrano di non avere una chiara missione sanitaria. Troppo grande il contagio e il numero delle vittime in queste strutture.

Le proposte. Nuovi ospedali e strutture extrasanitarie. Impiantistica, digitalizzazione, interoperabilità delle banche dati. Naturalmente più posti nelle intensive e in rianimazione. Una rete di assistenza che non concentri tutto sugli ospedali. Del Favero auspica una spinta dal mondo della medicina a ripensare la assistenza domiciliare.

Infine un grande investimento nella ricerca. Al momento ci sono centinaia di studi su farmaci e vaccino anti Covid-19. L’Italia deve fare “massa critica”, concentrando i finanziamenti non in mille rivoli ma su pochi progetti di qualità. In linea con il piano sanitario nazionale e con la UE.

Leggi il testo della audizione di Del Favero in Senato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Cerca nel sito
Categorie
YOUTUBE
Articoli recenti
TAGS

Invia la tua proposta

RICOSTRUIRE

Il piano strategico di professionisti, imprenditori e accademici per superare l’emergenza e rilanciare l’economia italiana.

Articoli recenti