NEWS E approfondimenti

La lettera di Ricostruire al Presidente del Consiglio Conte

il lavoro di un gruppo di operai fa crescere la comunità

La lettera di Ricostruire al presidente del Consiglio Conte che pubblichiamo di seguito è stata inviata l’8 Giugno anche ai ministri Franceschini, Bonafede, Bellanova, Speranza e Gualtieri.

Egregio Signor Presidente del Consiglio,

come ricorderà nello scorso mese di aprile abbiamo inviato alla Sua attenzione e a quella del Presidente della Repubblica il Piano Operativo RICOSTRUIRE, un piano strategico che contiene proposte di intervento frutto del contributo spontaneo di accademici, professionisti e imprenditori.

Il documento avanza concrete proposte sia per la gestione della crisi indotta in Italia e in Europa dall’espandersi della pandemia del COVID-19 sia, soprattutto, per avviare immediatamente una fase di profonde riforme economiche e legislative indispensabili a promuovere con efficacia il rilancio sociale ed economico del nostro Paese.

Data la lenta capacità di reazione del nostro sistema pubblico il rischio che all’enorme indebitamento dello Stato non corrisponda un’adeguata capacità di reazione della nostra economia è elevato. Questo rischio potrebbe aprire scenari drammatici per la nostra economia. È pertanto indispensabile ricostruire il nostro sistema economico su basi profondamente rinnovate. Su questo ci siamo impegnati.

La nostra attività è proseguita nel corso delle settimane condividendo il contributo di varie istituzioni culturali e accademiche, elaborando proposte operative su diverse questioni strategiche: dalla sanità alla formazione, dagli investimenti pubblici alla giustizia, dalla protezione efficace del sistema delle imprese al lavoro, dalla semplificazione e digitalizzazione delle amministrazioni pubbliche all’organizzazione scolastica, dalla ricerca al turismo, promuovendo seminari e interventi sui media.

Abbiamo accolto con molto interesse la volontà espressa dal Governo di procedere ad una ampia consultazione di forze politiche, sociali e di esponenti della società civile per un esame delle proposte utili ad alimentare le iniziative del Governo in questa fase di rilancio complessivo del Paese dopo l’emergenza.

RICOSTRUIRE ritiene doveroso, in tale importante occasione, offrire il proprio contributo di idee. In attesa di un Suo cortese riscontro voglia, con l’occasione, gradire i migliori auguri di buon lavoro.

Stefano Parisi

Hanno promosso il Piano RICOSTRUIRE:
Stefano Parisi con Gabriele Albertini, Giovanni Aspes, Cesare Avenia, Alessandro Banzato, Giuseppe Bertagna, Edoardo Bianchi, Giovanni Cagnoli, Raffaele Calabrò, Massimo Caputi, Gianfranco Carbone, Giorgio Casadei, Giovanni Castellaneta, Edovige Catitti, Stanislao Chimenti, Gianfranco Ciccarella, Stefano da Empoli, Luca De Michelis, Tonino Di Matteo, Giancarlo D’Orazio, Nicolò Dubini, Piercamillo Falasca, Elia Federici, Bruno Fierro, Natale Forlani, Giorgio Fossa, Giampaolo Galli, Vito Gamberale, Paolo Garonna, Andrea Giuricin, Antonio Gozzi, David Gramazio, Donato Iacovone, Beppe Lanzilotta, Giancarlo Loquenzi, Emmanuele Massagli, Erminia Mazzoni, Umberto Minopoli, Matteo Mungari, Lorenzo Ornaghi, Fabio Pammolli, Francesca Pasinelli, Carolina Pellegrini, Maurizio Petrò, Paolo Pizzarotti, Fabrizio Pregliasco, Massimo Proto, Riccardo Puglisi, Melania Rizzoli, Anna Romano, Florindo Rubbettino, Maurizio Sacconi, Gino Salica, Filippo Satta, Fabio Scacciavillani, Filippo Sgubbi, Roberto Spada, Roberto Tamburrini, Giovanni Tria, Luca Tufarelli, Mario Turetta, Francesco Valli, Andrea Vento, Maurizia Villa, Stefano Vinti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Categorie
YOUTUBE
Articoli recenti
TAGS

Invia la tua proposta

RICOSTRUIRE

Il piano strategico di professionisti, imprenditori e accademici per superare l’emergenza e rilanciare l’economia italiana.