NEWS E approfondimenti

Oltre l'assistenzialismo

Il bonus vacanze sarà un boomerang per il turismo

boomerang

Il bonus vacanze che nelle intenzioni del Governo Conte dovrebbe far ripartire il turismo scatta da oggi, primo luglio. 500 euro per le famiglie con Isee sotto i 40mila euro che abbiano tre componenti, 300 per due componenti, 150 per i single. Un provvedimento che fin dalla sua presentazione non ha convinto e che adesso rischia di trasformarsi in un boomerang. Per diverse ragioni che cerchiamo di spiegare.

Gli operatori del settore turistico hanno criticato il meccanismo di compensazione/cessione del bonus. Lo sconto da applicare all’ospite della struttura turistica (pari all’80 per cento del bonus) verrà rimborsato dallo Stato sottoforma di tax credit. Insomma va anticipato al cliente. Gli esercenti criticano questa mossa del Governo perché non porta liquidità, in un momento in cui di liquidità in giro se ne vede davvero poca. Capiremo presto quante prenotazioni ci saranno. L’impressione è che il bonus sarà un freno, non un volano dei consumi.

In secondo luogo l’accesso al bonus rischia di rivelarsi un labirinto digitale. Prima bisogna scaricare la app IO di PagoPa. Poi bisogna avere lo Spid o la carta di identità elettronica. Infine serve premunirsi della dichiarazione sostitutiva unica che attesti l’Isee sotto i 40mila euro. Insomma una serie di complicazioni burocratiche e fiscali buone, più che altro, a sperimentare la familiarità che gli italiani hanno con la Pa digitale. Ma se il bonus è destinato alle famiglie più disagiate, il rischio è che non ne possano usufruire considerando il digital divide che ancora pesa sul nostro Paese.

Last but not least, l’idea che con provvedimenti dal sapore assistenziale come il bonus vacanze si possa evitare la catastrofe del turismo italiano, un settore strategico per la economia del nostro Paese. I dati parlano chiaro: nel primo trimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019 si contano 10 miliardi di euro in meno di spese dei turisti stranieri in Italia. Lo dice la Banca d’Italia. Le prenotazioni aeroportuali tra giugno e luglio sono crollate del 91 per cento. 35 milioni di turisti stranieri in meno pernotteranno nelle strutture turistiche italiane. La metà dell’anno scorso.

Pensare di scommettere sul turismo interno, puntando sui nostri connazionali, ma usando provvedimenti nati da una esigenza di pura comunicazione politica: è questo il boomerang. Il turismo in Italia vale il 13% del PIL. La Francia ha impegnato 18 miliardi di euro per il suo piano turismo post Covid. L’Italia 3 miliardi, quanto l’ennesimo salvataggio di Alitalia. Serve un piano razionale e di lungo periodo per il turismo. Provvedimenti a sostegno della domanda, compensazioni per le aziende che hanno perso valore a causa del lockdown, investimenti in tutta la filiera turistica. Il turismo va riformato superando i limiti competitivi che frenano le nostre aziende. Investendo anche nella formazione, cosa che si sarebbe potuto fare già da mesi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Roberto Santoro

Roberto Santoro

Lascia un commento

2 risposte su “Il bonus vacanze sarà un boomerang per il turismo”

Ridurre l’IVA (come in Germania ma solo) nele attivita turistiche (non solo alberghi) per 9 mesi avvantaggia sia Il consumatore che il produttore. O diminuisce il prezzo o aumenta il profitto ma soprattutto si premiano le imprese che tengono aperto e investono e si stimola la domanda.

Analisi corretta e condivisibile, ma come sempre vedo una classe politica e soprattutto dirigente assente. Alcuni non sono temi nuovi, ma vengono ridotti a minimi termini, come ad esempio formazione, da decenni abbiamo una formazione professionale alberghiera, ma perché non viene traslata nel mondo del lavoro?
Un’offerta turistica non integrata, anche solo nel trasporto pubblico.
Sono molteplici i temi da trattare, perché non vi è una richiesta dal basso di questo piano Nazionale? Una sinergia Sindacati-Imprese?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Categorie
YOUTUBE
Articoli recenti
TAGS

Invia la tua proposta

RICOSTRUIRE

Il piano strategico di professionisti, imprenditori e accademici per superare l’emergenza e rilanciare l’economia italiana.