NEWS E approfondimenti

Smart working, la produttività è la chiave per una nuova cultura del lavoro

produttività

Stefano Parisi è intervenuto ad Agorà, su Rai3, per parlare di smart working e produttività del lavoro. Il promotore di Ricostruire ha spiegato che è fondamentale tornare a lavorare presto e in sicurezza negli uffici, ribadendo che lo smart working può essere importante se e quando cambia la cultura del lavoro.

“Il lavoro, soprattutto nella Pa, non può più essere considerato soltanto orario, cartellino da timbrare, cioè il numero delle ore che passiamo in ufficio”, spiega Parisi. “Al contrario dobbiamo ragionare in termini di obiettivi, gli obiettivi che abbiamo, quello che riusciamo a fare. Insomma la questione vera è la produttività del lavoro.

Come Ichino, Parisi riporta le analisi fatte sullo smart working nella publica amministrazione che mostrano chiaramente una netta divisione tra poche persone che lavorano, che hanno lavorato tanto e tante persone non lavorano, non hanno lavorato affatto.

Anche Gabriele Buia, presidente dell’Ance, l’associazione nazionale dei costruttori edili, è stato molto critico. Ha spiegato addirittura che nel suo settore “lo smart working ha peggiorato il rapporto con la Pa”.

Le perplessità non sono poche, il Messaggero ha riportato che non ci sono dati di nessun genere relativi all’indice di produttività degli smart worker del settore pubblico. Una cosa è certa, di smart working si parlerà ancora a lungo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Cerca nel sito
Categorie
YOUTUBE
Articoli recenti
TAGS

Invia la tua proposta

RICOSTRUIRE

Il piano strategico di professionisti, imprenditori e accademici per superare l’emergenza e rilanciare l’economia italiana.

Articoli recenti